martedì 24 gennaio 2012

Il Trucco Della Coda...

Annoiato dalla vita nella città dell’oro
Se ne andò senza dirlo a nessuno.
Verso le torri che aveva conosciuto da bambino
Da solo con il sogno di una vita
Attraversò la grande strada,
La gretta arcata,
In cerca di altro da condividere nella sua vita.
Da nessuna parte.
Tutti gli sembravano strani. 
 
Non avevano corna e non avevano coda
Non sapevano neanche della nostra esistenza.
Mi sbaglio nel credere ad una città dell’oro
Che giace lontano da qui, gridò 

E pianse quando lo portarono in una gabbia
La bestia che sa parlare, diceva il cartello.
Le creature gli si avvicinavano e pungolavano il suo corpo
E gli chiedevano di raccontare la sua storia ancora una volta.
Ma presto si annoiarono della loro preda
La bestia che sa parlare?
Sembra un fenomeno da baraccone o una trovata pubblicitaria. Oh No. 

Non avevano corna e non avevano coda
Non sapevano neanche della nostra esistenza.
Mi sbaglio nel credere ad una città dell’oro
Che giace lontano da qui, gridò 

E ruppe la porta della gabbia per scappare.
Afferrò una creatura per il collo, indicando:
Là, oltre i confini della tua debole immaginazione
Si stagliano le nobili torri della mia città, lucenti d’oro.
Lascia che ti porti lì e ti mostri una storia di vita reale
Lascia che ti mostri altri come me
Perché mai me ne andai? 

Non avevano corna e non avevano coda
Non sapevano neanche della nostra esistenza.
Mi sbaglio nel credere ad una città dell’oro
Che giace lontano da qui, gridò 

E così ci mettemmo in viaggio con la bestia e le sue corna
E la folle descrizione della sua patria.
Dopo molti giorni di viaggio arrivammo su una vetta
Dove la bestia rimase a guardare intorno ed urlò.
Seguimmo il suo sguardo pensando che forse avremmo visto
Una guglia d’oro – no, un’illusione ottica, ecco tutto,
Ma la bestia era scomparsa ed una voce si udì: 

Non avevano corna e non avevano coda
Non sapevano neanche della nostra esistenza.
Mi sbaglio nel credere ad una città dell’oro
Che giace lontano da qui, lui pianse 

Ciao amico, benvenuto a casa. 


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...